CRITICA E SOLUZIONE DELLA CRISI DEL 2008

 

A conclusione di un lavoro lungo molti anni è disponibile il primo dei libri rivolti all’analisi della crisi corrente ed alla ricerca di possibili soluzioni, le quali siano matematicamente e praticamente corrette.

Rimane valida la tesi iniziale, in base alla quale questa crisi deve essere attribuita ai meccanismi posti alla base del Capitalismo, il cui motore primario è fondato intrinsecamente sulla scarsità.

Essi restano vanificati non appena entrano in aree economiche o storiche soggette alla logica dell’abbondanza, quali sono le nostre attuali.

Siamo in presenza di una crisi da opulenza, la quale deriva dallo squilibrio tra le immense capacità di offerta del Sistema e la povertà delle sue necessità di domanda, dacché esso può mettere sul mercato una produzione vastissima attraverso il semplice utilizzo del capitale già esistente e di una quantità sempre più modesta di lavoro umano.

Possiamo sostenere con sufficiente cognizione di causa che la presente crisi è l’esito naturale della vittoria tecnologica storica sulla scarsità, conseguita in Occidente nel corso degli anni ‘80.

 

Come sarà esposto più diffusamente nel testo, quella che attualmente aduggia l’Occidente non è la vera crisi: è più opportuno leggerla come un precursore della crisi, o al più come la sua parte prodromica.

La crisi arriverà in purezza quando tutti gli artifizi messi in opera per deprecarla o differirla – finanziari, normativi, disinformativi, psicologici, eventualmente militari – avranno esaurito le loro possibilità.

 

Porgiamo un ringraziamento a quanti sinora hanno avuto la bontà di consultare queste pagine.

 

Alcuni lettori potrebbero trovare troppo esteso e troppo tecnico il libro nella sua integrità; pertanto si è ritenuto di rendere disponibili alcuni documenti riassuntivi, di struttura più semplice, i quali espongano con minore rigore ma forse con migliore comprensibilità le tesi sostenute nell’opera.

I documenti disponibili (alcuni saranno inseriti nei prossimi giorni) sono dunque i seguenti:

·      Foglio esplicativo

·      Riassunto estremo

·      Estratto

·      Testo completo

 

Tutti i documenti possono essere scaricati liberamente, copiati e diffusi: sotto la condizione indispensabile che non sia apportata alcuna modifica o alterazione.

Eventuali osservazioni o questioni possono essere inoltrate scrivendo (con la massima brevità e proprietà possibile) all’indirizzo e-mail:

lacrisimetabolica@checosafare.it

Gli indirizzi mittenti saranno utilizzati con discrezione e riservatezza, e le sole comunicazioni che saranno loro inviate avviseranno della presenza di aggiornamenti o di eventuali iniziative rivolte alla pubblica discussione, quali riunioni o congressi.